Google+

PAZZESCO: TRA LE ”NORME” DEL BAIL IN C’E’ QUELLA CHE ”SECRETA” RISCHI DI DEFAULT…

Si viene a scoprire che tra le ”norme” del famigerato ”bail in” c’è il comma 5 dell’articolo 99 del testo che introduce il ”bail in” in Italia, entrato in vigore nell’autunno del 2015, che prevede una deroga alle precedenti misure del Tuf (il Testo unico della finanza) in materia di diffusione di informazioni privilegiate.

banca3

In pratica – leggete bene – è previsto che da luglio 2016 le banche, in caso di crisi e pericolo immediato di default, possano ritardare la comunicazione al pubblico, ovvero alla loro clientela, di informazioni al riguardo di tali pericoli immediati, al fine di salvaguardare la stabilità del sistema finanziario. In pratica, i correntisti ora in Italia sapranno del default della banca dove hanno il conto a cose fatte.

Fonte: qui

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*