Google+

LA VENDETTA DI RENZI: ESPOSTO ALL’AGCOM CONTRO BALLARÒ E LA RAI…

E adesso volano non solo i coltelli, ma anche gli esposti all’Agcom, l’autorità garante per le comunicazioni. All’indomani dell’ultima puntata di Ballarò prima delle elezioni amministrative di domenica prossima, la dirigenza Pd si scatena e va all’attacco della Rai e del suo conduttore Massimo Giannini, “reo” di aver escluso esponenti del Pd dalle due puntate del programma precedenti il voto.

giannini

La nota ufficiale del partito, siglata dai vicesegretari Lorenzo Guerini e Debora Serracchiani, trasuda bile: “Il veto di Ballarò sulla presenza del Pd in trasmissione nella settimana del voto amministrativo rappresenta una violazione intollerabile alla par condicio e al pluralismo. Presenteremo un esposto all`Agcom».

In realtà, come riporta il quotidiano “La Repubblica”, di cui Giannini era vicedirettore e dove con ogni probabilità tornerà alla fine della stagione televisiva in corso, fatto fuori dal governo, è proprio per non incorrere nelle sanzioni dell’Agcom che i piddini sono stati esclusi dalle ultime due puntate a favore dei rappresentanti delle altre forze politiche, Lega e Movimento 5 Stelle in primis. I dati dell’Osservatorio di Pavia dicono infatti che il tempo di parla a Ballarò è andato nella stagione in corso per il 23,8% al governo, per il 22% al Pd, per il 15,9% ai 5 Stelle, per il 9,4% a Ala, per l’8,6% alla Lega.

Fonte: Qui

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*