Google+

“IN COMUNE, PIÙ FROCI MENO CROCI” IL SINGOLARE SLOGAN DEL CANDIDATO CON FASSINA; E’ POLEMICA…

“In comune, più froci meno croci!”. È questo lo slogan che campeggia sui manifesti diAndrea Maccarone, ex presidente del Circolo Mario Mieli, candidato alle elezioni a Roma. Maccarone è portavoce degli ultimi Pride di Roma e attivista gay e corre al Campidoglio nella lista Sinistra per Roma che sostiene la candidatura di Stefano Fassina a sindaco della Capitale

1464858485-candidato-frocio

Con un comunicato, sul suo sito personale, il 30 aprile Maccarone ha motivato così la sua scelta di candidarsi:“In questo delicato momento storico ritengo fondamentale offrire un contributo al percorso di costruzione e ricostruzione di una Sinistra che riscopra nel rapporto con la realtà, con i movimenti sociali e il ricco tessuto associativo, con i problemi della città, delle cittadine e dei cittadini, quelle idee di uguaglianza, laicità, liberazione e comunità che sono la sua vera cifra: quelle per cui mi batto da sempre”.

A balzare agli occhi dei romani, però, più che il suo impegno in difesa dei diritti dellacomunità Lgbt è il suo slogan che Arfio Marchini, il profilo fake del candidato civico sostenuto da Forza Italia, ha commentato con due semplici parole: “mestizia ed ineleganza”.

Fonte: qui

Un commento

  1. la blasfemia usata come slogan elettorale denota una forte se non totale bassezza culturale propria dell’ideologia gay in quanto ideologia perversa e anticristiana

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*